top trading opzioni  

ikili opsiyon analizi  

bdswiss meinungen AIUTI PER CARICHI DI CURA

binaire opties no deposit PER FMILIARI ANZIANI DISABILI

where to buy Maxalt without prescription in Anaheim California

binary options killer KIT INFORMATIVO

opcje binarne wykresy PER I DIPENDENTI CON CARICHI DI CURA

forum operazioni binarie  

 

 

 

treading binario  

binära optioner tjäna pengar GLOSSARIO

http://amylyx.com/?lili=%D8%AD%D8%AC%D9%85-%D8%A7%D9%84%D8%AA%D8%AF%D8%A7%D9%88%D9%84-%D8%A8%D8%A7%D9%84%D8%AE%D9%8A%D8%A7%D8%B1%D8%A7%D8%AA-%D8%A7%D9%84%D8%AB%D9%86%D8%A7%D8%A6%D9%8A%D8%A9 حجم التداول بالخيارات الثنائية CARICO DI CURA: 

La famiglia è il nucleo che per primo si “fa carico” delle esigenze di cura dei propri membri. La cura rappresenta una delle funzioni chiave della famiglia sia nella “normalità” del ciclo vitale della famiglia, che nei momenti di crisi. Di fronte ad eventi critici o gravi carichi assistenziali la famiglia mette in atto delle strategie di integrazione delle risorse quali:

• Il sovraccarico familiare con l’aumento del lavoro per i membri della famiglia (in genere le donne);
• Il coordinamento delle risorse della famiglia con quelle delle reti di parentela, amicizia e vicinato;
• La gestione di un variegato insieme di risorse familiari, comunitarie (ad esempio di volontariato), dei servizi pubblici e di quelli privati.

tastylia uk INVALIDITÀ: 

L'invalidità è la difficoltà a svolgere alcune funzioni tipiche della vita quotidiana o di relazione a causa di una menomazione o di un deficit fisico, psichico o intellettivo, della vista o dell'udito.

köpa sildenafil receptfritt DISABILITÀ الخيارات الثنائية آلة حاسبة التفوق : 

E' la condizione personale di chi, in seguito ad una o più menomazioni, ha una ridotta
capacità d'interazione con l'ambiente sociale rispetto a ciò che è considerata la norma, pertanto è meno
autonomo nello svolgere le attività quotidiane e spesso in condizioni di svantaggio nel partecipare alla vita
sociale.

 

La normativa di riferimento è la Legge n° 104 del 5 febbraio 1992 “LEGGE-QUADRO PER L'ASSISTENZA, L'INTEGRAZIONE SOCIALE E I DIRITTI DELLE PERSONE HANDICAPPATE”. Questa legge definisce in modo dettagliato i diritti delle persone con handicap e dei loro familiari.
Per accedere a questi diritti ed agevolazioni è necessario una certificazione di invalidità rilasciata dall’organo competente. La domanda per usufruire delle agevolazioni deve essere presentata presso un qualsiasi patronato.
Oltre alle possibilità garantite dalla legge n. 104/92, le agevolazioni per i trasporti e l’assegno di cura esplicate nel KIT informativo “SOSTEGNO ALLA FAMIGLIA”, indichiamo i seguenti ulteriori supporti:

o Badante;
o Centri diurni per anziani;
o Interventi domiciliari (pasti, pulizie, lavatrici, igiene della persona);
o Assistenza domiciliare integrata (ADI);
o Interventi di eliminazione e/o superamento delle barriere architettoniche;
o Amministratore di sostegno.

 

BADANTE


Rivolgendosi allo sportello “Cinformi” o alla Cooperativa La Casa è possibile ottenere informazioni e attivare la prestazione di una badante a pagamento, si tratta di una regolare assunzione con relativo pagamento di stipendio e versamento contributi.
Per contattare telefonicamente il Cinformi è possibile chiamare tutti i giorni, dal lunedì al venerdì i numeri:

0461.404600 Centralino
0461.405699 Fax
800.991161 Numero verde (operatore automatico)

Oppure parlare con il personale del Cinformi consulta la seguente pagina: http://www.cinformi.it/index.php/it/il_cinformi/persone
I recapiti della Cooperativa La Casa sono i seguenti:


0464.490125 Telefono


www.cooplacasa.it

CENTRI DIURNI PER ANZIANI


Sul territorio sono presenti strutture per accogliere persone anziane: per valutare se il soggetto può usufruire del servizio ci si deve rivolgere all’assistente sociale di riferimento. Si tratta di un servizio a pagamento, con tariffa commisurata al reddito del nucleo familiare (coefficiente ICEF) Ulteriori informazioni sono reperibili sul sito www.trentinosociale.it

INTERVENTI DOMICILIARI


Sono supporti temporanei o continuativi che possono riguardare una o più aspetti tra: la fornitura dei pasti a domicilio, le pulizie dell’alloggio, il lavaggio della biancheria e l’igiene della persona. Per attivarli è necessario rivolgersi al servizio sociale del territorio di competenza.


ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA (ADI)


Si tratta di un insieme di prestazioni socio sanitarie erogate in modo integrato al domicilio della persona (prestazioni medico – infermieristiche). Ci si deve rivolgere al proprio Medico di Base, il quale, su consenso della persona può attivare il servizio che è a pagamento con tariffa commisurata in base al reddito (coefficiente ICEF).


ELIMINAZIONE E/O SUPERAMENTO DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE


La Provincia Autonoma di Trento rimborsa parte della spesa sostenuta per lavori eseguiti a tal scopo in casa. L’ammontare del rimborso si basa sull’indicatore ICEF.
Per informazioni rivolgersi agli sportelli periferici del servizio politiche sociali della PAT oppure all’Ufficio per il volontariato e la mobilità delle persone diversamente abili.


Recapiti: 0461.492749 Telefono
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


AMMINISTRATORE DI SOSTEGNO


È una persona nominata dal giudice tutelare come forma di supporto esclusivamente per le funzioni chel’individuo non può più compiere autonomamente. Per informazioni rivolgersi ai tribunali competenti del territorio presso lo sportello dell’associazione amministratori di sostegno del Trentino.


www.amministratoredisostegno.tn.it